parallax background

Confettura di ciliegie perfetta con metodo Ferber

Confettura di ciliegie perfetta con metodo Ferber


CONFETTURA DI CILIEGIE PERFETTA CON METODO FERBER Le confetture con il metodo Ferber conquistano e dopo aver assaggiato una confettura preparata con questo metodo è difficile tornare indietro al metodo classico sicuramente più sbrigativo, ma basta solo un minimo di organizzazione per ottenere risultati strepitosi e credetemi è più lunga ed articolata la lettura che la preparazione.
Ormai il metodo è diffuso e conosciuto, ma non sempre e non da tutti quindi è bene spendere due righe per spiegare di cosa parliamo.
La preparazione con questo metodo richiede due fasi, quella della lunga macerazione di otto ore della frutta con lo zucchero ed il limone una brevissima cottura , un’ulteriore lunga sosta e poi la cottura veloce a fiamma vivace perché la macerazione accelera i tempi di cottura .
Cottura che deve avvenire in una pentola di acciaio con doppio fondo larga e bassa in modo che il liquido evapori velocemente per raggiungere la consistenza perfetta per la confettura, cottura che potremo verificare o con termometro a 105 ° o con la classica prova con il piattino freddo di frigo dove la goccia non deve scivolare, ma scendere lentamente.
In ricetta troverete tutte le spiegazioni qui ho voluto giusto anticipare qualcosa , quello che non c’è scritto in ricetta ve lo spiego io.
Se amate la frutta a pezzi o intera, se amate la frutta che si trasforma in confettura mantenendo inalterato il colore, il sapore, una frutta che sciroppa nella sua macerazione regalando un gusto indimenticabile avete scelto il metodo giusto solo apparentemente lungo, in realtà con un minimo do organizzazione preparerete una confettura di ciliegie indimenticabile ed il resto sarà storia passata perchè poi indietro non si torna.
Ora vi lascio alla lettura della ricetta che ha destato tanta curiosità con le foto che ho anticipato durante la cottura .



Ingredienti

  • 1 lk di ciliegie denocciolate
  • 800 g di zucchero
  • 10 g di acqua
  • 1/2 limone , solo succo

Preparazione

Preparazione confettura di ciliegie con metodo Ferber

  1. Lavare e denocciolare le ciliegie che al netto dovranno avere il peso di 1 kg Aggiungere lo zucchero, l'acqua ed il succo di limone, amalgamare con tanta delicatezza , coprire con pellicola e riporre in frigorifero da un'ora fino a otto ore, io consiglio vivamente le otto ore perché solo così si formerà un succo sciropposo di un favoloso rosso intenso poiché lo zucchero penetra nelle ciliegie per candirle, l'acqua della frutta fuoriesce ed il frutto si candisce.
  2. Dopo questa lunga macerazione in frigo, cuocere fino a sfiorare un leggero bollore, spegnere,far raffreddare dopo conservare il tegame, che deve essere in acciaio con doppio fondo e più largo che lungo, in frigorifero per otto ore.
  3. Durante questa fase io ho prelevato 3 mestoli di frutta ed ho frullato con il minipimer per poi reinserire nel tegame e riportare a temperatura. La confettura sarà pronta a 105° , ci vorranno circa venti minuti di cottura ,oppure faremo la classica prova del piattino. Basterà versare un cucchiaino di confettura su un piattino freddo di frigo se inclinando scivolerà ha bisogno di qualche altro minuto di cottura se scende lentamente la nostra confettura è pronta per essere conservata nei barattoli opportunatamente sterilizzati
  4. Sterilizzazione vasetti

  5. Mentre la confettura cuoce sterilizzeremo i vasetti che devono avere il coperchio nuovo per assicurare una perfetta tenuta ed il sottovuoto . Il metodo più pratico e veloce e la sterilizzazione in forno ,i vasetti verranno poggiati sulla griglia del forno freddo portando la temperatura a 120° , poi spegnere e lasciare i vasetti dentro per 15 minuti il tempo di cottura della confettura . Prelevare con attenzione con un canovaccio per non scottarci, inserire la confettura con un mestolino , tappare e rovesciare il barattolo che sarà bollente a testa in giù , questo mobìimento rapido e veloce farà si che si crei il sottovuoto e lasciare così fino al raffreddamento.
    I barattoli aperti andranno conservati in frigorifero.

Ecco il risultato