Focaccia allo yogurt greco, impasto veloce e diretto

Focaccia allo yogurt greco, impasto veloce e diretto


Da quanto non si preparavano focacce a casa mia, non sembrava neanche la mia casa.

Amo le focacce , le amo tanto e ne provo di sempre nuove non perchè non mi piacciano quelle preparate fino ad adesso, ma semplicemente per il gusto di provare qualcosa di nuovo.

In questi mesi ho capito che vi piacciono le cose buone, ma semplici, con impasti veloci e diretti che soddisfano la voglia di buono, ma senza impegnare eccessivamente.

Tutti abbiamo una vita frenetica, anche più che frenetica , quasi nevrotica , per molti di noi anche dopo una giornata terribile però mettere le mani in pasta è terapeutico e vogliamo divertirci,ma anche rilassarci e vedere in poche ore il frutto del nostro impegno senza aver perso troppo tempe o sopratutto senza dover programmare il domani! Per far fronte all’esigenza di tutti gli impazienti come me propongo questa ricetta per una focaccia leggerissima, ottima e ideale proprio con tutto e che soddisferà anche i più esigenti e quanti amano le maturazioni lunghe, biga, poolish e doppi impasti dovranno farsene una ragione anche così in fretta in fretta è meravigliosa e sopratutto leggerissima!!

Vi lascio la ricetta e ricordatevi di taggarmi nelle vostre preparazioni delle mie ricette!



Ingredienti Focaccia allo yogurt greco, impasto veloce e diretto

  • 300 g di farina 00 w 330
  • 200 g di semola o farina maiorca
  • 300 g di acqua
  • 8 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di sciroppo di malto
  • 150 g di yogurt greco
  • 12 g di sale
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • qb. olio e sale per la superficie

Preparazione

IMPASTO

  1. Inserire in planetaria le farine, aggiungere pian piano con la foglia in movimento l'acqua dove avremo sciolto il malto ed il sale fino al completo assorbimento,
  2. Togliere la foglia ed agganciare la spirale e cominciare l'impasto aumentando la velocità man mano portandola al massimo.Inserire il sale e lo yogurt a cucchiate successive abbassano la velocità per non fare schizzare. Quando l'acqua sarà del tutto assorbita riportare al massimo la velocità fino a perfetta incordatura. L'impasto tenderà inizialmente al andare verso le pareti della ciotola finché non aggancia, spegnere la planetaria e portare l'impasto verso il centro per agevolare .
  3. Ci vorranno circa 10 minuti per incordare in maniera tenace e perfetta, Raccogliere l'impasto, far scivolare sulla spianatoia leggermente una di olio e dare qualche piega per stutturare la maglia poi poggiare in ciotola ed attendere il raddoppio.
  4. Con impasto al raddoppio far scivolare sulla spianatoia leggermente unta e dare due giri di pieghe a portafoglio poi coprire a campana per circa trenta minuti, Stendere sulla spianatoia cosparsa leggermente di semola ed allargare da sotto senza tirare o strappare l'impasto, se non dovesse cedere facilmente basterà aspettare qualche minuto prima di allargare nuovamente.
  5. Dopo aver allargato pigiare con i polpastrelli, inumiditi con acqua, distribuire i gas di lievitazione, girare un filo di olio, distribuire il sale sale in maniera uniforme ed infornare a 250° ventilato preriscaldato per circa 15 minuti.
  6. Per una base più croccante stendere su semola e poggiare in teglia così. Per una base leggermente più morbida ed unta, che mi piace tanto, distribuire in teglia dell'olio.

Ecco il risultato