Panini leggeri da buffet


Non era in programma una nuova ricetta per panini ,una giornata piena di impasti e preparazioni per un piccolo buffet di diciotto anni, ma tra tante preparazioni programmate, all’improvviso ho pensato che non c’è festa per ragazzi senza panini anche se non erano previsti e devo dire che ho colpito nel segno perchè i panini sono spariti tutti, subito e con la richiesta di altri vassoi .
Sarà stata la fretta, l’improvvisazione , fatto stà che mai ho preparato panini più lievi, più soffici e morbidi di questi, chiari, con una pellicina lieve che non oppone nessuna resistenza al morso e proprio come le ciliegie uno tira l’altro.
Ne ho lasciato un vassoio anche per casa e ne ho assaggiato uno con prosciutto cotto…mio marito con crema spalmabile alla nocciola, che dire? proprio nulla, sono rimasta senza parole da cotanta bontà.
Ho postato le foto anche se di fretta, ma la riuscita perfetta da il bisogno della condivisione , del dover capire se comunicano qualcosa , se traspare la morbidezza e devo dire che così è stato e sono qui a scrivere condividere la ricetta in tutta fretta perchè li possiate provare e condividere le immagini sui social taggandomi.
Vi ricordo sempre la lettura, per chi fosse alle prime armi, del mio articolo su come incordare un impasto per approfondire o avere le nozioni base per procedere in tutta sicurezza.
Ed ora non mi resta che augurare tanti buoni panini a tutti!



Ingredienti

  • 200 g di farina 00
  • 300 g di farina 0
  • 1 cucchiaino di miele
  • 12 g di lievito di birra
  • 300 g di latte
  • 40 g di zucchero
  • 50 g di strutto o burro
  • 10 gg di sale

Preparazione

IMPASTO PER PANINI LEGGERI DA BUFFET

  1. Inserire nella ciotola della planetaria le farine , il lievito sbriciolato, il latte , lo zucchero, il cucchiaino di miele ed avviare l'impasto con spirale aumentando la velocità gradatamente per non far volare gli ingredienti.
  2. Con l'impasto non incordato, ma abbastanza coeso aggiungere lo strutto a pezzetti man mano che vengono incorporati ed il sale ed impastare fino ad incordatura. Vi ricordo di leggere l'articolo sul mio blog "come incordare un impasto"
  3. Arrotondare tutti i pezzetti pirlando , dopo aver finito procedere ad una seconda leggera pirlatura e poggiare in teglia distanziati 4 cm l'uno dall'altro e far lievitare almeno un'ora coperti con pellicola trasparente per non fare seccare la superficie e permettere uno sviluppo ottimale.
  4. Spennellare con pari peso di tuorlo e latte e cuocere a 180° statico nella scanalatura in basso del forno per circa 15 minuti senza far scurire la superficie che deve essere solo una pellicina morbida.

Ecco il risultato