parallax background

Torta caprese al cioccolato


Mancava nel mio blog, mancava alla mia conoscenza, ma finalmente ho colmato il vuoto!

La “ Caprese“, un dolce golosissimo e cremoso al suo interno, assolutamente glutine free, perché la ricetta originale non prevede assolutamente la farina , senza lievito, con ingredienti di eccellenza e qualità che fanno di questo dolce un ‘assoluta prelibatezza.

Come genere appartiene alla categoria dei malleaux definizione francese per indicare quei dolci che grazie agli ingredienti ed a particolari condizioni di cottura hanno una crosticina sottile e tenera in superficie e tanta morbidezza dentro…e che morbidezza!

il dolce cremoso e tartufato dove all’assaggio si avverte la granella di mandorle sottile che incontra il cioccolato e rimane soffice ed arioso grazie alla montata di albumi è veramente un’esperienza indimenticabile .Quindi se categorico è il divieto della farina , assoluto è la preparazione degli albumi montati a neve, queste sono le condizioni per rimanere fedeli alla ricetta originale ed ottenere il dolce perfetto!

Prima di procedere alla preparazione, non avendo esperienza in merito, ho letto attentamente tante ricette di pasticceri famosi e non, di tanti blog e poi a naso forse la mia scelta è caduta sulla ricetta di questo blog che tanto apprezzo per la riuscita delle ricette e la chiarezza nella spiegazione https://www.tavolartegusto.it/ricetta/torta-caprese-la-ricetta-originale/.

Del resto non l’avevo mai preparata e mai assaggiata nostante la notorietà e quindi la mia è stata una scelta inconsapevole, ma eccellente! Ovviamente è andata a ruba tra tanti complimenti ed ora mi sembra arrivato il momento vista la mia incredibile golosità e sete di conoscenza la preparazione della versione al limone!

La Caprese al cioccolato è ovviamente un dolce Caprese, la tradizione narra che fu preparata per sbaglio da un pasticcere nell’isola di Capri che scordò di inserire la farina nel dolce e venne fuori questa meraviglia e non è l’unico caso che da uno sbaglio vien fuori qualcosa di diverso ed ancora più buono.

Esempio sono i brownies i famosi dolcetti americani nella preparazione dei quali quali il pasticcere dimenticò di inserire il lievito, la Tarte Tatin dove la pasticciera sbadatamente invertì l’ordine degli ingredienti, le Crepe Suzette dove il giovane pasticcere bruciò la salsa che servì comunque tra tanti apprezzamenti , per non parlare poi della famosissima ed arcinota ganache che significa “pasticcione”, epiteto per un giovane pasticcere che per sbaglio fece cadere della panna nel cioccolato bollente, per non parlare dei cookie americani, dovevano essere dei biscotti al cioccolato, ma la cuoca tardivamente si accorse di non avere cacao ed inserì le famose gocce di cioccolatino.

Per non parlare dei Corn flakes colazione universalmente apprezzata nel mondo, anche questi vennero fuori per sbaglio sotto una pressa dove speravano di ottenere ben altro, e poi nel salato il gorgonzola, uno stacchino andato a male che lo stolto, ma fortunato ristoratore decise di rifilare comunque e tutti trovarono eccellente, e la salsa Worchesteir nata per sbaglio con un intruglio giudicato immangiabile dagli autori ed abbandonato in cantina, poi ritrovato da un giovane cuoco che lo immise nella ristorazione….insoma una breve carrellata su errori celebri che hanno fatto fortuna e che tutti abbiamo avuto modo di apprezzare!

Voi però visto che la ricetta ora è veramente perfetta con attenzione attenetevi alle dosi ed al procedimento per questa meraviglia Caprese e fatemi sapere!

E’ un dolce un pò costoso vista la qualità della materia prima , ma credetemi ne vale veramente la pena!



Ingredienti

  • 370 g di farina di mandorle
  • 250 g di burro
  • 250 g di cioccolato fondente
  • 250 g di zucchero semolato
  • 6 tuorli
  • 6 albumi
  • 1 arancia solo zeste
  • 1 cucchiaino di gran marnier
  • q.b. di zucchero a velo per decoro

Preparazione

Preparazione impasto

  1. Sciogliere a bagnomaria,o nel microonde, il cioccolato spezzettato insieme al burro. Sciogliere a fuoco lento e girate costantemente fino ad ottenere un composto liscio e privo di pezzettini e lasciare da parte.
  2. Separare i tuorli dagli albumi. Montare per qualche minuto i tuorli con to zucchero e la buccia d’arancia, fino ad ottenere una montata soffice e gonfia ed aggiungere il liquore
  3. Aggiungere al composto di tuorli montati il cioccolato fuso.e montare con le fruste elettriche
  4. Aggiungete la farina di mandorle amalgamando con una frusta , il composto è sodo e compatto.
  5. Montare a neve ferma gli albumi ed incorporarli al composto o se avete una spatola per pasticceria usatelo con tranquillità, questa è una mia recente scoperta.Spesso è in dotazione alla planetaria o venduto come accessorio a parte e serve ad amalgamare la montata di albumi all'impaasto.
  6. Foderare la teglia con carta forno usando un pò di burro per farla aderire alla teglia. La teglia da me usata ideale per questa dose ha la base da 21 cm il bordo sfatato da 24 altezza 4 cm. Potete usare anche una teglia con cerchio apribile e per metà dose andrà bene una teglia da 18 cm.
  7. Importantissima la cottura di questo dolce che va cotto in forno statico, ventilato seccherebbe il dolce,
  8. Preriscaldare il forno a 180°C prima di inserire la torta! che risulti quindi ben caldo! Cuocere nella parte media del forno per circa 30 – 35 minuti prova stecchinoP
  9. La torta deve risultare umida, ma non cruda e deve far raffreddare bene in teglia prima di sfornare .

Ecco il risultato